edizione premio Teatro e Disabilità 2012  

 

 

   

       

  

 

CONFERENZA INTERNAZIONALE SULLA VITA INDIPENDENTE        

Presentazione  premio per la drammaturgia Teatro e Disabilità a cura di AVI e ECAD

5 maggio ore 12

Roma – Aranciera di San Sisto –  via Valle delle Camene, 11

Premio per la Drammaturgia  Teatro e Disabilità

  AVI e ECAD, in accordo con l’art. 30 della Convenzione internazionale sui diritti delle persone con disabilità, lanciano il premio di drammaturgia Teatro e Disabilità con l’ obiettivo di dare una voce all’anima delle molteplici disabilità attraverso la scrittura di testi teatrali...

leggi com.stampa                            bando pdf

   
           
 

Yesterday' di Bruno Cerutti è il vincitore del premio per la drammaturgia "Teatro e Disabiltà" (I edizione 2012) esprime la propria soddisfazione con le parole che esprimono il valore etico della persona e del proprio testo "Il lavoro con i miei ragazzi (che mi ha permesso di dare vita al testo che avete premiato) é stata ed é tutt'ora la cosa più bella che mi sia capitata nella professione e nella relazione con persone. Grazie a questo incontro ho potuto coniugare l'amore per il teatro, un teatro che diventa davvero necessario, un teatro che non è essenzialmente terapia ma, paradossalmente, un teatro che grazie all'incontro con la disabilità può trovare una nuova possibilità per creare una poetica diversa, ricca, nuova, graziosamente bislacca ma totalmente degna, un' identità rara e diversa da coltivare e salvaguardare".

Secondo classificato è risultato "Amalia e basta" di Silvia Zoffoli.  "Come ho cercato di dire durante la premiazione, mentre la mia voce tremava mio malgrado per l'emozione, questo traguardo è per me prezioso non solo a livello personale, ma anche per tutte le persone che ho incontrato nel mio viaggio di conoscenza attraverso il mondo della sordità".

A proclamare i vincitori, al teatro Sala Umberto di Roma, sono stati la onlus Avi (Agenzia per la Vita Indipendente) e l'associazione Ecad (Ebraismo cultura arte drammaturgia) Il premio "Teatro e disabilità" è nato con l'obiettivo di dare una voce all'anima delle molteplici disabilità attraverso la scrittura teatrale. Della giuria che ha decretato i vincitori fa parte, tra gli altri, l'attrice Pamela Villoresi e il regista e scrittore Vittorio Pavoncello. "Ci riteniamo pienamente soddisfatti dei testi che ci sono pervenuti - sottolinea Silvia Cutrera, presidente di Avi onlus - sono state rappresentate disabilità sensoriali, fisiche e mentali in una maniera quasi tangibile, segno che chi ha scritto conosce molto bene ciò di cui sta parlando".